zanziba

casa condor paje palms beach resort

Last Minute zanzibar zanziba
9 giorni / 7 notti

Partenza il:
18 novembre 2018
Cambia data
Partenza da:
milano
Trattamento:
TOP ALL INCLUSIVE

a partire da 1.019€ 833 € a persona

Calcola Preventivo
Casa Condor Paje Palms Beach Resort Casa Condor Paje Palms Beach Resort Casa Condor Paje Palms Beach Resort Casa Condor Paje Palms Beach Resort Casa Condor Paje Palms Beach Resort

Cod. Viaggio 4720756

Ti interessa? Calcola subito il tuo preventivo

Data/Luogo di partenza

Andata
Giorno: 18/11/2018
Da: Milano 22.00
A: Zanzibar 08.45
Vettore: BLUE PANORAMA AIRLINES S.P.A.
Ritorno
Giorno: 26/11/2018
Da: Moi Mombasa 09.45
A: Zanzibar 10.45
Vettore: BLUE PANORAMA AIRLINES S.P.A.
L'operativo voli É soggetto a riconferma e non rappresenta oggetto di contratto

Dettagli sistemazione

CASA CONDOR PAJE PALMS BEACH RESORT - PAJE


Descrizione
CASA CONDOR PAJE PALMS BEACH RESORT - Paje
Casa Condor sorge nei pressi del tipico villaggio di pescatori di Paje, la cui spiaggia caratterizzata da sabbia bianchissima e fine come talco lambisce acque cristalline. A Paje è ancora possibile cogliere la vera essenza di Zanzibar e gustarne appieno tutto il suo fascino esotico che richiama ogni anno visitatori da tutte le parti del mondo. Casa Condor è una vera e propria bomboniera adagiata in un maestoso giardino tropicale che conduce ad una spiaggia e ad un mare caratterizzato da infinite sfumature di blu. A Casa Condor la gestione italiana si fonda alla perfezione con lo spirito e l’ospitalità africana offrendo agli ospiti un’esperienza di viaggio indimenticabile.Posizione Casa Condor sorge di fronte al mare ed alla meravigliosa spiaggia di Paje. Dista solo 2 Km dal paesino di Paje, una delle località più affascinanti di tutta l’isola di Zanzibar, ricca di bar e locali che si alternano a bancarelle tra le quali perdersi dopo una giornata di mare. L’aeroporto internazionale dista circa 35 Km, mentre il capoluogo dell’isola, Stone Town, si trova a 30 Km che con le sue case arabe dai portali intarsiati e i suoi coloratissimi mercati invita a partire alla scoperta di questa isola che affonda le sue radici nella millenaria storia africana.Camere Casa Condor è composta da 33 camere di diverse tipologie, tutte arredate con gusto ed attenzione in uno stile capace di fondere abilmente le radici africane e la storia arabeggiante dell’isola di Zanzibar. Tutte le camere sono dislocate nel rigoglioso giardino e distribuite in piccoli edifici ad un piano che si integrano alla perfezione con il contesto tropicale di Paje. Le camere sono suddivise in Standard (occupazione massima tre adulti), Garden Suite con maggiore spazio a disposizione degli ospiti (con occupazione massima quattro adulti) e Executive Villa per chi cerca il massimo del comfort con a disposizione due camere da letto, due bagni e il privilegio di una piccola piscina privata (occupazione massima sino a 6 adulti). Tutte le camere possono avere un letto matrimoniale oppure letti separati, vista mare, vista piscina o giardino e sono dotate di servizi privati con doccia, televisione schermo piatto a colori con ricezione di canali via satellite (disponibile il canale in lingua italiana Rai Italia), telefono, asciugacapelli, bollitore per tè e caffè solubile ed aria condizionata. La cassetta di sicurezza, il minifrigo ed il Wi-Fi sono disponibili gratuitamente per tutti gli ospiti di Casa Condor (consumazioni minibar a pagamento).Ristoranti e bar A Casa Condor è presente un ristorante principale composto da una ampia sala interna e da un grande terrazzo coperto dove vengono serviti, con servizio a buffet, la prima colazione, il pranzo e la cena. La gestione italiana garantisce un livello qualitativo della ristorazione particolarmente elevato e attento ai gusti degli ospiti grazie a una cucina arricchita da numerosi piatti della tradizione nostrana. Il buffet è il cuore pulsante del ristorante e vanta, tra l’altro, due aree dedicate alla cucina espressa


La Quota "Totale preventivo" Comprende:

  • Volo A/R in classe economica
  • Franchigia Bagaglio secondo le indicazioni della compagnia aerea da 15 a 20 kg
  • Assistenza aeroportuale
  • Assistenza in Loco
  • Sistemazione in camera come indicato
  • Trattamento come indicato
  • Assicurazione medico bagaglio
  • Quote d'iscrizione
  • Adeguamento carburante se indicato, diversamente verrà comunicato (nel caso in Cui fosse necessario) circa 20 gg prima della partenza
  • Cenone di Natale (sera del 25/12)
  • Cenone di Capodanno (sera del 31/12)

Ritiro dei Documenti di Viaggio:
Il nostro ufficio documenti provvederà ad inviarvi a mezzo email (o via fax) da 24 a 48 ore prima della partenza i documenti di viaggio da esibire in aereoporto



DOCUMENTI
La invitiamo a prendere visione dei documenti d'identità necessari per il suo
viaggio cliccando qui
Se non dovesse aprirsi la pagina del contratto copi il seguente testo e lo incolli
nella barra degli indirizzi del suo browser (es: Explorer)
http://www.lastminuteclick.it/last-minute/documenti.asp


TASSE
Da pagare in loco :
In Entrata USD 50 circa
In Uscita USD 49 circa
Tassa di Soggiorno USD 8 per persona a notte dai 12 anni in poi

TASSE AEROPORTUALI
ammontano a 38 USD per i voli internazionali e possono essere incluse nel biglietto aereo oppure richieste al momento della partenza.


CLIMA
Il clima di Zanzibar si suddivide in stagione delle grandi piogge, detta "Masika", da marzo a maggio, stagione delle piccole piogge, detta "Vuli", da ottobre a novembre, stagione secca, da giugno ad ottobre e stagione calda da novembre a marzo. L'isola ha un clima equatoriale e la temperatura non è mai bassa, nemmeno durante i periodi piovosi, infatti le temperature giornaliere non scendono mai sotto i 28°-30°C. La parte occidentale dell'isola, dove si trova Stone Town, è di solito più umida e piovosa. La parte est invece è molto ventilata e secca. Zanzibar il fenomeno delle maree è molto sostenuto: ogni 6 ore il mare si ritira anche di 200 m e durante l'alta marea il movimento dell'acqua aumenta notevolmente.

VALUTA
La moneta ufficiale è lo Scellino tanzaniano (TSh). Il valore di 1 euro è di 1700 TSh. La valuta straniera più diffusa è il dollaro, meno diffuso l'Euro. Le carte di credito (soprattutto Visa e Mastercard di tipo tradizionale) vengono accettate solo nei grandi alberghi e nei grandi negozi di Stone Town. Punti Bancomat presenti solo nella capitale Stone Town e non nelle varie strutture turistiche. FUSO ORARIO: 2 ore in più rispetto all'Italia. Questa differenza d'orario si riduce a 1 ora durante il nostro periodo di ora legale.

CORRENTE ELETTRICA
Il voltaggio è 220 V . Nei villaggi turistici italiani le prese sono del tipo italiano o vengono forniti adattatori.

ABBIGLIAMENTO
E' consigliato un abbigliamento semplice e pratico, con abiti leggeri in lino o cotone; da non dimenticare creme solari ad alta protezione, occhiali da sole e cappellini.

FOTOGRAFIE
Non ci sono particolari restrizioni per scattare foto o realizzare delle riprese video amatoriali. Come in ogni paese, anche qui se si vuole fotografare la gente del posto è segno di buona educazione chiedere prima di scattare una foto.

MANCE
Non sono obbligatorie. Sono comunque sempre gradite, specialmente dagli autisti durante i safari.

TELEFONO
Per chiamare l'Italia bisogna comporre 00039 seguito dal prefisso della città e dal numero dell'abbonato. Funzionano perfettamente i cellulari italiani. Qualora il cellulare fosse in copertura, si raccomanda di non usarlo per rispetto degli altri all'interno dei siti archeologici, dei musei, degli autobus e soprattutto durante le spiegazioni della guida.

LINGUA
La lingua ufficiale è il swahili. La seconda lingua molto diffusa è l'inglese: tutte le persone impiegate in settori a contatto con i turisti la conoscono.

CUCINA
A Zanzibar è possibile degustare specialità arabe, indiane, cinesi e swahili. Il piatto tradizionale dell'isola à il cosiddetto "Ugali Wa Muhogo", una polenta realizzata con farina di cassava, cotta insieme al riso. E' quasi sempre accompagnata da carne o da pesce, entrambi cotti in una salsa a base di curry oppure di latte di cocco. Un altro piatto locale à il "Wali wa nazi", del riso bollito nel latte di cocco. Vi à anche il frutto dell'albero del pane chiamato "Mashelisheli Ia nazi", cotto anch'esso nel latte di cocco oppure fritto. Gli spiedini di carne chiamati "Mishaki Ua Niama" vengono cotti al momento negli stretti vicoli del centro su vacillanti barbecue. Tra i contorni, una specialità da non perdere à la "Mchica", una varietà di spinaci dal forte sapore. Troviamo poi le banane verdi, cotte nel latte e polpa di cocco, chiamate "Ndizi Mbichi", dal sapore veramente particolare. Il pane locale à chiamato "Mkate" ed à molto buono. L'isola offre molti ristoranti sulla spiaggia con menu a base di pesce, cucinato in tanti modi. Ottime sono le piccole aragoste, fatte in umido ed aromatizzate con i chiodi di garofano. I cibi solitamente sono addolciti dall'uso di molta frutta tra gli ingredienti, soprattutto per le carni, tra esse, si prediligono quelle di volatili, in genere faraone e piccioni.

SHOPPING
La maggiore concentrazione di negozi è in Stone Town, famosa per i suoi manufatti ed oggetti di antiquariato quali le famose porte e scrigni intagliati nel legno, contenitori con varie spezie locali; i “khangas”: parei in cotone stampato; batik. Tra gli oggetti dell'artigianato locale segnaliamo le sculture in legno e in pietra saponaria, i cesti di sisal, le sculture in ebano, le borse, le statuine, le maschere, i monili, le pietre dure, i bracciali in ferro battuto, rame e ottone, e le spezie. Bisogna tener presente che lance, coltelli e frecce, tipici dell'artigianato locale, sono considerate armi. Sull'isola di Zanzibar girovagando per i vicoli della capitale, è possibile concludere degli ottimi acquisti nell'affollato e pittoresco mercato (sempre contrattare!). Il WWF ha lanciato da tempo lo slogan "Non comprate souvenir che costano la vita agli animali", contro il commercio illegale di specie in via di estinzione e l'acquisto di prodotti da loro ricavati. La Convenzione di Washington, a cui hanno aderito 115 paesi, tra cui l'Italia, vieta l'importazione di oggetti in avorio, o comunque ricavato dagli elefanti, carapace o prodotti ricavati di tartaruga, pelli di felini maculati o striati, uccelli, scimmie, rettili, ed anche molte piante, tra cui orchidee e cactus. Per altre specie occorrono speciali autorizzazioni, senza cui si prevede la confisca degli oggetti e severe ammende. Dal 1 Giugno 1997, data di entrata in vigore della nuova normativa europea in materia di tutela dell'ambiente, acquistare oggetti derivati da specie animali e vegetali protette a livello mondiale è un rischio che non vale la pena di correre. Al rientro in patria, infatti, l'importazione di questi oggetti può costare un'ammenda da 2 a 18 milioni di lire o, addirittura, una pena detentiva (adeguato importo in euro). Senza contare che i continui saccheggi dell'ambiente naturale, realizzati anche con la protezione delle leggi di molti paese extraeuropei, mettono a rischio un bene che appartiene a tutti. Inoltre, il miglior ricordo di una vacanza è quello che si porta dentro il cuore rispettando la vita. Acquistare souvenir realizzati utilizzando specie protette è un rischio per l'ambiente, ma anche per i turisti. Non possono essere importati in Europa: gusci, pettini, monili e strumenti musicali di tartaruga; avorio e pellami di elefante; alcune specie di coccodrilli, pellami e animali imbalsamati o vivi; uccelli rapaci, vivi o impagliati; tutti i felini con pelliccia maculata ed alcuni tipi di corallo. E' inoltre vietata l'importazione di numerose altre specie di animali e piante. Il Tour Operator non garantisce in nessun modo la qualità di qualsiasi tipo di acquisto; al contempo non sono da considerarsi addebitabili le conseguenze derivanti dall'irregolarità dei suddetti acquisti.